I l giorno di debutto è stato fissato. Sarà infatti inaugurato sabato 23 ottobre, alle ore 15.30,  il Parco dell’Acqua di Arcore, progetto di BrianzAcque (gestore del servizio idrico integrato nella provincia di Monza e Brianza) con il fine di integrare il contenimento dell’acqua piovana con la valorizzazione naturalistica del territorio a beneficio delle comunità residenti.  Si tratta del primo dei due parchi del territorio: il secondo vedrà la luce nell’area di Bernareggio-Carnate.
I lavori dello spazio di Arcore, vero prototipo di green infrastructure, si sono svolti in 9 mesi, nel pieno rispetto del cronoprogramma. Adesso è pronto per essere fruito dalla collettività e si presenta come “innovativo, sorprendente, inclusivo”. 

Giochi d’acqua
Al centro c’è un bacino di infiltrazione per la raccolta delle acque meteoriche e percorribile quando il terreno è asciutto. Intorno si snodano canali, percorsi pedonali e piste ciclabili, orti urbani e aree giochi, con un percorso ludico-didattico per i più piccoli dedicato al ciclo dell’acqua. E naturalmente, giochi d’acqua alimentati attraverso sistemi di pompaggio senza l’utilizzo di energia elettrica. L’intero contesto sarà integrato con la piantumazione di elementi tipici del paesaggio agrario brianzolo: filari, prato, alberi solitari ed elementi d’arredo urbano realizzati con materiali assolutamente naturali e riciclabili. Uno scenario ideale per fornire non solo alla comunità locale, ma anche ai nuovi flussi turistici di prossimità nati con la pandemia, momenti e occasioni di svago, di relax, di incontro e di crescita culturale e sociale.