Di solito li mettiamo nel frigorifero, se non abbiamo fretta, oppure nel microonde, selezionando l’apposita funzione defrost. Ma il modo più economico e più sicuro per scongelare gli alimenti è quello di immergerli in acqua a temperatura ambiente. Lo dichiara il mensile “anti-truffa” Il Salvagente, citando uno studio della Food and Bioscience unit del SP Technical Research Institute of Sweden, di Gothenburg. In estrema sintesi, la migliore tecnica per scongelare i cibi è avvolgerli in un sacchetto di plastica e immergerli in un recipiente con acqua fredda perché l’acqua è un miglior conduttore di calore rispetto all’aria. E gli alimenti che si scongelano in fretta conservano maggiormente sapore e consistenza. Inoltre, in acqua fredda si ostacola la formazione di batteri, aspetto particolarmente importante quando parliamo di carne o pesce. Il segreto per scongelare i cibi senza correre rischi è farlo velocemente, e per riuscirci l’acqua è il miglior alleato, oltre ad essere quello che permette di risparmiare (a differenza del microonde) la maggior quantità di energia.

Per cibi perfetti
Per azzerare anche il remoto pericolo che l’acqua possa rilasciare sugli alimenti possibili cattivi odori, anche per la semplice procedura di “scongelamento” conviene utilizzare un’acqua trattata con un purificatore, come quelli ecologici e senza sprechi di IWM. In questo modo si avrà la certezza di immergere ciò che mangeremo in un’acqua assolutamente pura, leggera, inodore e “ripulita” da ogni potenziale inquinante. Insomma, la migliore acqua da bere, per cucinare e anche… per scongelare!