Diciamo sempre che il mondo dell’acqua è davvero affascinante. Tuttavia, poichè riteniamo (sbagliando) che questo elemento sia disponibile sempre e ovunque, tendiamo a non farci troppe domande su di esso. Una delle principali curiosità – e non per niente lo domandano spesso i bambini – è: perchè l’acqua è trasparente? Perchè permette di vedere dall’altra parte anche attraverso un bicchiere pieno? La maggior parte delle altre bevande, infatti, ha un colore che impedisce di vedervi attraverso. La risposta sta, come sempre, nella scienza.

Questione di chimica
Come abbiamo studiato a scuola, è la luce la “responsabile” dei colori, almeno quelli che vengono percepiti dall’occhio umano. Per quanto riguarda l’acqua, si tratta di una… questione di chimica: la sua composizione è di due atomi di idrogeno e uno di ossigeno – il famoso H2O. Una simile struttura non è in grado quindi di assorbire le radiazioni luminose, ed ecco perchè l’acqua è trasparente fatta eccezione per una lieve colorazione azzurrina. L’acqua del mare, invece, assume tonalità diverse in forza della sua quantità e profondità: infatti diventa blu man mano che i raggi del sole vanno verso il fondale, perchè vengono assorbite tutte le radiazioni visibili della luce. Le radiazioni blu sono le ultime, ed è per questo che l’acqua del mare ha questa tonalità. Dove l’acqua è bassa (e ovviamente pulita) torna a essere trasparente.