Il tema dell’acqua è sempre più dibattuto in questo periodo. Innanzitutto perchè l’acqua è una risorsa preziosissima, non infinita, che va utilizzata con rispetto e oculatezza. E poi, anche se ormai siamo abituati a darlo per scontato, l’acqua è essenziale per vivere in salute. Ecco perchè sapere che acqua beviamo, noi e la nostra famiglia, dovrebbe essere una priorità per tutti gli italiani. Certo, nel nostro Paese l’acqua dell’acquedotto è controllata, sicura e potabile: ma è davvero la migliore possibile? Pur nel rispetto di tutto le normative, l’acqua pubblica può contenere cloro – necessario alla disinfezione – così come metalli o potenziali sostanze sgradite rilasciate da tubature o impianti. Tutti elementi che ne possono alterare il gusto e l’odore, rendendo l’acqua che sgorga dal rubinetto non esattamente appetibile. Ecco, solo per queste semplici ragioni vale la pena valutare l’installazione sotto il lavello della cucina di un sistema di purificazione dell’acqua domestica, meglio ancora se a osmosi inversa. Si tratta questa di una tecnologia “naturale” che attraverso un sistema di membrane ripulisce l’acqua fino a quasi il 100%, senza sprechi e senza l’utilizzo di altri componenti chimici. Insomma, si ottiene la migliore acqua possibile da bere, ma anche per cucinare, lavare frutta verdura, dissetare i nostri animali domestici. Ecco qualche immediato vantaggio se si sceglie di installare un purificatore a osmosi inversa di IWM, azienda leader del settore del trattamento delle acque.

Acqua buona e sicura
Con un purificatore si ha la certezza di avere acqua potabile sana, leggera, rimineralizzata in modo corretto e, con alcuni apparecchi, anche sterilizzata con una speciale luce UV. L’acqua che così sgorga dal rubinetto della cucina – che può anche essere fredda o frizzante –  è quindi la migliore per il consumo della famiglia e degli animali domestici, per cucinare, preparare tè e caffè in quanto è completamente priva di potenziali contaminanti e perciò inodore e insapore. Per queste sue caratteristiche, è anche la più rispettosa della pelle e quindi perfetta per i primi bagnetti dei bebè.

Risparmio economico
E’ facile fare i calcoli: una famiglia di tre persone consuma almeno 4-5 bottiglie di acqua al giorno. Calcolando i consumi su un intero anno, si tratta di costi significativi per il budget familiare. Costi che possono velocemente essere ammortizzati e poi azzerati installando un sistema di purificazione dell’acqua direttamente in cucina. Per non parlare poi della comodità di non dover trasportare pesanti casse d’acqua….

Ambiente tutelato
Conosciamo tutti gli effetti disastrosi del rilascio della plastica nell’ambiente. Anche se ci comportiamo in modo virtuoso nello smaltimento delle bottiglie, sappiamo bene che non tutti i contenitori potranno essere riciclati. Insomma, evitare di acquistare bottiglie in plastica è già un grandissimo passo in avanti per la tutela del nostro Pianeta.