Sembrerebbe la cosa più facile del mondo, una routine che tutti seguiamo almeno la mattina appena svegli: lavarsi la faccia, invece, è un gesto che richiede alcune accortezze. A dirlo sono degli esperti in campo medico, come riporta un articolo appena apparso sull’edizione inglese di Glamour Magazine. Già, perché – sembra incredibile – quando tuffiamo il viso nell’acqua commettiamo degli errori. Ecco quelli da non fare e le modalità da seguire per una detenzione perfetta!

Prima via il trucco
Soprattutto per le ragazze, l’indicazione è quella di struccarsi con attenzione. Quindi, prima di lavarsi, bisognerebbe passare sulla pelle un dischetto di cotone imbevuto di acqua micellare (o solo acqua), così da rimuovere il make up. Poi, bisognerebbe ripetere l’operazione utilizzando però un detergente cremoso, stando attenti anche alle zone del collo e dell’attaccatura dei capelli, e infine ci si può lavare il viso con abbondante acqua.

Meglio fredda
Per la salute della pelle, è sempre meglio utilizzare acqua tiepida o fredda per lavarsi. Acqua troppo calda, così come il vapore, possono provocare la dilatazione dei vasi sanguigni e addirittura la rottura dei capillari più delicati. Ancora, per una pulizia davvero efficace, bisognerebbe dedicare a questa operazione almeno 60 secondi: sembra poco, ma non è così!

I benefici del peeling
Un paio di volte alla settimana, per un’epidermide sempre fresca e luminosa, sarebbe opportuno effettuare un peeling delicato, aggiungendo un esfoliante all’acqua: un piccolo massaggio sul viso prima della pulizia aiuterà a rimuovere le cellule morte ed eventuali residui di trucco e smog. Il risultato? Una pelle radiosa.