Bere otto bicchieri d’acqua al giorno per rimanere adeguatamente idratati è una “regola” per la maggior parte di noi. Forse non tutti sanno che esistono dei momenti specifici durante la giornata che sono particolarmente indicati per assumere acqua, nel senso che migliorano i benefici dell’idratazione e di conseguenza la salute generale. La scienza evidenzia che bere acqua negli orari corretti può aiutare a prevenire problemi comuni come mal di stomaco, gonfiore, affaticamento, pressione alta, costipazione e addirittura ridurre il rischio di infarto. Ecco quindi le occasioni in cui un bicchiere d’acqua è più prezioso che mai.

Al risveglio
Un bicchiere d’acqua appena ci si sveglia è un autentico toccasana. Bere acqua a stomaco vuoto al mattino può fare miracoli per il nostro corpo: non solo serve a “rimettere in moto” il nostro cervello dopo il riposo notturno, ma elimina anche le tossine e accende il metabolismo. Insomma, un trattamento detox… in un minuto!

Prima dei pasti
Concedersi un bicchiere d’acqua 30 minuti prima di ogni pasto principale aiuta la digestione e contribuisce a tenere sotto controllo l’apporto calorico. L’acqua non solo prepara l’apparato digerente al lavoro che lo aspetta,  ma impedisce anche di mangiare in eccesso, poiché dà immediatamente una sensazione di sazietà che evita di eccedere con le pietanze. Tra l’altro, quando siamo disidrati potremmo avere la sensazione di avvertire fame: spesso non è appetito, ma solo sete. In sostanza, un bicchiere d’acqua è un antipasto a zero calorie!

Prima e dopo l’allenamento
Con l’attività fisica si suda e di conseguenza si perdono liquidi ed elettroliti. Il nostro organismo ha bisogno invece di rimanere idratato, anche per la salute di muscoli e organi: ecco perchè è importante avere sempre con sé, in palestra o sui campi, una borraccia d’acqua pura da bere prima, durante e dopo lo sport.

La sera
Un’adeguata idratazione prima di andare a dormire la sera può proteggere da infarto e ictus, poiché la disidratazione aumenta i fattori di rischio per le malattie cardiovascolari.  Tra l’altro i bassi livelli di liquidi possono compromettere la qualità del sonno.

Quando si è stanchi
La stanchezza è uno dei primi campanelli d’allarme della disidratazione. Un po’ d’acqua servirà sicuramente a rimettere in moto la mente, a sentirsi più energici e vitali. Se non ci si può concedere un pisolino, si può provare con un bicchier d’acqua: un rimedio facilissimo per ritrovare vitalità.