Impossibile non amare l’estate: il sole, il mare, le giornate che non finiscono mai, la possibilità di rimanere all’aperto per moltissime ore e quella fantastica abbronzatura che rende tutti più belli. Certo, la tintarella è piacevole solo se non porta con sé anche le scottature. Per evitare questo sgradevole (e potenzialmente pericoloso) problema, occorre sempre applicare una crema solare con un alto fattore di protezione. ma anche una corretta idratazione può aiutare a contrastare il disagio provocato dalla pelle arrossata.

Cos’è una scottatura solare?
Le scottature solari sono causate dall’esposizione prolungata ai raggi ultravioletti, indipendentemente dal fatto che la luce sia naturale o artificiale. La buona notizia è che la nostra pelle ha la capacità di proteggersi da questi raggi, attraverso la produzione di melanina. Si tratta di un pigmento scuro nello strato esterno della pelle, che dà origine all’abbronzatura ma che soprattutto serve al nostro organismo come “scudo” naturale alla luce solare. Tuttavia, questa protezione non è sufficiente se l’esposizione ai raggi ultravioletti è eccessivamente prolungata o se si ha una carnagione chiara: in questi casi, la scottatura è davvero frequente.

L’importanza dell’idratazione
La scottatura – che si manifesta con arrossamenti, dolore, pelle calda al tatto e nei casi più seri anche con gonfiore e addirittura febbre  – è una bruciatura causata dai raggi ultravioletti del sole che danneggiano la struttura dell’epidermide. E, per correre ai ripari, le nostre cellule si attivano con una sorta di risposta immunitaria che provoca appunto il rossore. Certo, bere acqua non può evitare le scottature solari, però una corretta idratazione aiuta l’organismo a guarire più in fretta, specie in casi come questo in cui la pelle disperde una quantità maggiore di liquidi. Perciò quando ci si scotta (ma è meglio giocare d’anticipo) rimanere idratati può ridurre significativamente i sintomi e favorire la guarigione. Ancora, la disidratazione può rendere la pelle più vulnerabile alla luce ultravioletta. Per questa ragione, è più probabile scottarsi al sole se non si assume abbastanza acqua. Morale, per un’estate serena e senza guai, serve acqua!