Si legge e si sente spesso l’affermazione: “L’acqua aiuta a dimagrire”. Ma è davvero così? Anche se sempre più ricercatori sono orientati in questa direzione, a dirla tutta non esiste una verità assoluta. Esiste però, ed è supportata da molti studi, una correlazione positiva tra l’aumento del consumo di acqua e la perdita di peso. Più acqua meno chili indicati sulla bilancia, dunque. Ma perché? Vediamo le principali spiegazioni del fenomeno (positivo, sia chiaro!).

L’acqua è un soppressore naturale dell’appetito
Il nostro corpo è una macchina meravigliosa: quando lo stomaco è pieno, invia segnali al cervello affinché si smetta di mangiare. In questo “scambio” di messaggi l’acqua ha un ruolo importante: bevendo, infatti, si occupa spazio nello stomaco, portando a una sensazione di sazietà e riducendo di conseguenza lo stimolo della fame. Ecco perché bere un bicchiere d’acqua prima di concedersi uno snack può aiutare a frenare la voglia di spuntini inutili. Ovviamente, l’acqua che assumiamo deve essere il più pura possibile per farci stare bene: leggera, con il corretto apporto di sali minerali, priva di potenziali sostanze nocive, esattamente come l’acqua che sgorga dal lavello della cucina installando un purificatore a osmosi inversa di IWM.

L’acqua aumenta il consumo di calorie
Altre ricerche ancora indicano che l’acqua può aiutare a bruciare calorie. In particolare bere acqua fresca può aumentare ulteriormente questo fenomeno, poichè l’organismo consuma energia, e quindi calorie, per riscaldare l’acqua per una corretta digestione.

L’acqua è necessaria per bruciare i grassi
Senza acqua, il corpo non può metabolizzare correttamente i grassi o i carboidrati immagazzinati con l’alimentazione. Il processo di metabolizzazione dei grassi è chiamato lipolisi. Il primo passo di questo complicato fenomeno è l’idrolisi, che si verifica quando le molecole d’acqua interagiscono con i trigliceridi (grassi) per creare glicerolo e acidi grassi. Solo con una giusta idratazione il nostro organismo riesce a “trattare” al meglio i grassi, facendo funzionare in modo ottimale il metabolismo.