Il rischio di disidratazione non è esclusivo dell’estate, anzi. Anche in inverno si possono presentare una serie di condizioni che ci fanno bere meno del necessario. In tutte le stagioni, però, assumere con regolarità il giusto quantitativo d’acqua è fondamentale per mantenere corpo e mente nelle migliori condizioni di efficienza e lucidità. Tra i trucchi da seguire per garantire una buona idratazione, il più semplice è quello di tenere sempre a portata di mano una bottiglietta o una borraccia e di fare in modo che l’acqua contenuta non sia fredda, perché in questo modo sarà più facile bere. Naturalmente, il contenitore va riempito d’acqua di qualità, sana e pura, facilissima da avere sempre a a disposizione a casa propria se si installa un purificatore a osmosi inversa di IWM sotto il lavello della cucina.

Acqua… col trucco!
Se le temperature rigide riducono il nostro desiderio di bere si può anche ricorrere all’escamotage di “truccare” l’acqua, aggiungendo un po’ di succo di limone e, di conseguenza, aumentando l’apporto di vitamina C. Un altro ingrediente da provare, per ottenere un’acqua “diversa”, sono le foglie d’alloro, da spezzare e lasciare semplicemente in infusione a temperatura ambiente. Infine, anche il menu può essere un utile alleato per combattere la disidratazione. Oltre alle verdure crude, che sono sempre un’ottima fonte di acqua, sali minerali e vitamine, in inverno possono venire in aiuto le zuppe e soprattutto il minestrone, che se preparato con gli ingredienti giusti (cioè soprattutto con poche patate e abbondando con zucchine, cavolo e coste) può risultare poco calorico, ma molto saziante e… moltissimo idratante.