Acqua, farina, sale e lievito di birra. Sono pochissimi e sanissimi gli ingredienti (attenzione anche all’acqua, che mai come in questo caso deve essere pura e leggera, come quella che si ottiene dal rubinetto della cucina con un purificatore a osmosi inversa di IWM) per preparare in casa i cracker più buoni che ci siano. La ricetta è facile e relativamente veloce: richiede però un po’ di manualità e di pazienza per tirare l’impasto. Per chi non si è mai cimentato, un’ottima possibilità per muovere i primi passi con il mattarello!

Ingredienti

  • 180 – 200 ml di acqua
  • 300 g di farina 00
  • 6 g di sale
  • 1 g di lievito di birra disidratato
  • sale grosso per lo spolvero

Preparazione

  • Nella ciotola della planetaria setacciare la farina, aggiungere il lievito di birra e poco alla volta l’acqua tiepida. Iniziare a mescolare con il gancio e aggiungere il sale
  • Lavorare fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo
  • Togliere l’impasto e metterlo a lievitare per un’ora in una ciotola a temperatura ambiente, coperta con la pellicola trasparente
  • Trascorso il tempo di riposo per la pasta, riprendere l’impasto e rovesciarlo sulla spianatoia leggermente infarinata. Dividere l’impasto in 8 parti e iniziare a tirarlo con il mattarello, fino ad ottenere uno strato sottile
  • Con l’apposita rotella ritagliare i cracker e disporli sulla placca del forno ricoperta di carta forno
  • Procedere così fino a quando l’impasto è finito e intanto accendere il forno a 180°C
  • Bucherellare i cracker con la forchetta, spruzzarli con un po’ di acqua e spolverarli con il sale grosso
  • Cuocere fino a quando risulteranno leggermente dorati.