Sono mesi in cui si rimane necessariamente molto più tempo in casa, e anche le attività più piacevoli – come la palestra, la piscina o la spa – sono in gran parte ancora off limits. Così, è inevitabile muoversi meno, fare poca attività fisica: e le lunghe ore davanti al pc per lavoro o studio si fanno sentire, presentando il conto con un fastidioso fenomeno, la ritenzione idrica. Però molto si può fare, specialmente per le signore, anche tra le proprie quattro mura: gli esperti di bellezza di Treatwell hanno infatti realizzato una sorta di “manuale” per ritrovare la forma fisica ideale. Tra i consigli, c’è quello di “curare” la propria postura, specie da seduti: sì alle spalle e alla schiena dritta, no alle gambe accavallate, sì ancora a qualche passo e un po’ di strechting tra una call e l’altra.

I benefici dell’acqua, sempre
A seconda delle proprie caratteristiche fisiche, la ritenzione può interessare zone diverse del corpo, ma generalmente si concentra su glutei, braccia, addome e gambe. E proprio per queste ultime gli esperti della bellezza consigliano di fare un trattamento casalingo nella vasca da bagno, utilissimo per il benessere dei capillari.  Ad esempio, si può far fare “aquagym” alla circolazione stando in ammollo per una decina di minuti nell’acqua tiepida a cui sono state aggiunte cinque o sei manciate di sale grosso da cucina, che svolge la funzione di antinfiammatorio. Finito il bagno, mentre si svuota la vasca, si può indirizzare sulle gambe l’acqua del doccino, aprendola prima a temperatura tiepido-calda e raffreddandola a mano a mano che la si passa sulle gambe. La stessa operazione si può fare anche nella doccia, passando il boccino con l’acqua fredda su tutta la gamba, partendo dalle caviglie per arrivare fino ai fianchi.