Succede di sbagliare lavaggio, succede di non accorgersi che nel cestello del cotone si è infilato, non visto, un maglione di lana. Il risultato è un capo infeltrito, che ha perso la sua naturale morbidezza, insomma un capo che sembra inesorabilmente destinato a trasformarsi in straccio per la polvere. Prima di questo estremo gesto, vi consigliamo di provare una “cura” decisamente efficace, in grado di ristorare (almeno in buona parte) le fibre maltrattate dalla temperatura e dalla tecnica di lavaggio sbagliata.

Così si salva il pull preferito
Come si fa? Basta immergere il maglione infeltrito in una bacinella con acqua tiepida e ammorbidente, lasciandolo a mollo per almeno un’ora. Dopo questo tempo, utile rendere nuovamente porose e ricettive le fibre, aggiungere un po’ di acqua tiepida (quella di prima si sarà ormai raffreddata) e una dose generosa di balsamo per capelli, meglio se già diluito. Dopo circa 2 ore, risciacquare con cura, avvolgere in un asciugamano per far assorbire l’acqua in eccesso e quindi stendere in orizzontale, in modo da non sottoporre ad altre tensioni le fibre. Una volta asciutto, il vostro maglione dovrebbe essere come nuovo, o quasi.