Noi italiani siamo bravissimi a… sprecare l’acqua. Innanzitutto, il 47,9% dell’acqua dei nostri acquedotti si disperde per via di problemi alla rete idrica. E, come se non bastasse, ne utilizziamo troppa a sproposito. Insomma, abbiamo i l”rubinetto facile”, come mette in luce l’Osservatorio Valore Acqua di The European House – Ambrosetti.

Primi in Europa per consumo
In base ai dati, pubblicati da La Repubblica, gli italiani sono i primi in Europa per consumo di acqua potabile, con 160 metri cubi per abitante all’anno. Un record rispetto agli altri paesi europei: la Francia si ferma a 90 e la Germania a 60. Nonostante queste cifre record, gli abitanti del Belpaese scelgono ancora l’acqua in bottiglia: siamo i secondi al mondo per consumo (dopo il Messico) e naturalmente i primi nel Vecchio Continente, con un consumo pro capite di 188 litri l’anno. Un fenomeno davvero inspiegabile, anche perché l’acqua pubblica nel nostro Paese è quasi ovunque buona, controllata e pure economica.  In Italia il prezzo dell’acqua del sindaco si ferma a 1,87 euro per metro cubo contro i 3,67 della Francia, il doppio, e i 4,98 della Germania, poco meno del triplo.