I bambini giocano, colorano, impastano, mangiano, pasticciano, corrono, fanno sport, si rotolano e… si sporcano. Spesso i vestiti dei più piccoli sono un vero e proprio collage di macchie, di varia grandezza e soprattutto di varia natura. Come fare ad eliminarle? Ecco qualche piccolo trucchetto per far tornare magliette e pantaloni come nuovi: certo, l’acqua è l’ingrediente principale di ogni lavaggio, ma a seconda della macchia c’è qualche mossa furbissima che può facilitare il lavoro. Ecco qualche piccolo trucchetto, a seconda dell’origine della macchia, consigliato dal sito americano www.goodhousekeeping.com, una vera miniera di consigli della nonna e non solo.

Erba
Dopo una corsa in un prato o una partita di calcio, l’erba lascia quasi sempre il segno. Per un risultato efficace, basta applicare del detersivo liquido direttamente sulla macchia, strofinare delicatamente e lasciare agire per cinque minuti. A questo punto, si lava con l’acqua calda e se il tessuto lo consente anche con un po’ di candeggina.

Resina
E’ spesso un “simpatico” ricordo di una giornata all’aperto in montagna o passata ad arrampicarsi sugli alberi. La resina è difficile da eliminare: si può agire trattando la macchia con un smacchiatore, e poi lavare il capo con acqua calda e candeggina. Se la macchia persiste, si può provare anche applicando dell’alcol denaturato con una spugna direttamente sul misfatto.

Pastelli a cera
I bambini li adorano, ma spesso lasciano il segno su abiti e muri. Per eliminare le tracce dei pastelli a cera dagli abiti, si può provare mettendo la parte macchiata del capo tra due fogli di carta assorbente, e poi passare il ferro da stiro caldo, sostituendo spesso la carta assorbente. Fatta questa operazione, si pretratta il tessuto e si lascia asciugare. Poi si effettua un lavaggio con  acqua e candeggina.

Cioccolato
Chi non ama il cioccolato? Tutti: però le sue macchie sono davvero antipatiche. Si eliminano utilizzando un cucchiaino per rimuovere il cioccolato in eccesso dal tessuto, poi si applica del detersivo liquido e si strofina delicatamente. Si lascia agire per cinque minuti e poi si lava come previsto per lo specifico capo.

Fango
La macchia di fango è la “medaglia” dei giochi all’aperto per eccellenza. Per pulirla, occorre attendere che il fango si secchi e poi spazzolarlo il più possibile dal tessuto. Poi si applica uno smacchiatore e si lava come di consueto.

Succo di frutta
Un classico della merenda: la macchia di succo di frutta sulla maglietta. Niente paura: si immerge il tessuto in acqua fredda per 30 minuti, poi si tampona la macchia con una spugna imbevuta di aceto bianco e dopo 30 minuti di lava il capo come d’abitudine.