L’acqua fa bene sempre, sia prima sia durante sia dopo i pasti. Come sappiamo, è la migliore bevanda possibile per placare la sete e soprattutto per mantenere il nostro organismo attivo e in salute. Ma consumare un bicchiere d’acqua a stomaco vuoto, la mattina appena svegli, regala dei benefici ulteriori: questa “usanza” tipica dei popoli asiatici, e dei giapponesi in particolare, ora sta prendendo piede anche da noi. Vediamo quali sono i vantaggi di qualche sorso d’acqua (non fredda, ovviamente!) al risveglio.

Via le tossine, pelle bella ed energia a volontà
Dopo il riposo notturno, l’acqua è importante per reidratare il corpo. Questo perché i liquidi sono fondamentali per eliminare subito le tossine, disintossicando l’organismo e aiutandolo a purificarsi mantenendo i reni in ottima salute. Il risultato? Una pelle più bella e luminosa. Ancora, una corretta idratazione fin dai primi minuti della giornata tiene alla larga il mal di testa e assicura una sferzata di energia, perché permette ai globuli rossi di “mettersi in moto” nel migliore dei modi, ossigenando organi e tessuti.

Metabolismo al lavoro
Una persona in salute dovrebbe sempre mantenersi idrata per far funzionare al meglio il proprio metabolismo. Proprio così: il tasso metabolico aumenta di circa il 25% bevendo acqua a stomaco vuoto. Una digestione più rapida si traduce anche in un aiuto per una sana perdita di peso. Bere a sufficienza, oltre ad assicurare una pelle radiosa, serve pure ad avere capelli sani e lucenti. L’acqua costituisce fino a un quarto della fibra dei nostri capelli, quindi un’assunzione insufficiente può rendere la chioma fragile e debole.