Piccoli, ma ricchissimi di proteine, fibre e Omega 3: sono i semi di lino, che spesso si utilizzano per insaporire insalate, yogurt e zuppe di verdure. Per le loro proprietà detox e “antifame”, questi semini vengono sovente usati come coadiuvante nelle diete per perdere peso, dato che contribuiscono velocemente al senso di sazietà. Inoltre sono particolarmente utili come fonte proteica (100 grammi di semi contengono circa 18 grammi di proteine) nei regimi alimentari poveri di pesce e carne. Naturalmente preziosi per il benessere, quindi, i semi di lino si possono anche “bere”. Ma come? 

La “ricetta” facile
Preparare l’acqua ai semi di lino a casa è estremamente semplice. Basta prendere un cucchiaino di semi di lino appena macinati (se si vogliono conservare, è meglio tenerli nel frigorifero così si mantengono “freschi”) e lasciarlo in infusione in una tazza di acqua calda per una notte intera. Il mattino seguente si può aggiungere alla bevanda anche il succo di mezzo limone, per un apporto extra di vitamina C. Consumata al mattino una sola volta al giorno, questa semplice bevanda assicura una valida carica proteica e antiossidante, oltre ad avere proprietà sazianti e spezzafame: il metabolismo ne beneficerà, “lavorando” di più e meglio.