Il bagno caldo per dormire meglio è – come il miele per combattere la tosse – un classico rimedio della nonna. Ma oggi ha anche il supporto degli studi scientifici, che anzi ampliano il raggio d’azione della “cura”.

Lo dice la scienza
Secondo quanto evidenziato da uno studio dell’Università di Friburgo, infatti, il bagno caldo è utile per combattere la depressione, da una parte perché rinforza e sincronizza i ritmi circadiani, alzando la temperatura corporea, dall’altra perché migliora la qualità del sonno. E poi come diceva la scrittrice americana Sylvia Plath “Ci saranno senz’altro cose che un bel bagno caldo non riesce a curare, ma a me non ne viene in mente nessuna”.