Sarebbe stato un colpo grosso, almeno per quantità e volume. Un cittadino tedesco ha cercato di rubare dal mare di fronte a Trieste 24.000 litri di acqua, con lo scopo di portare il bottino in acquario in Germania. Notato da alcuni passanti che hanno dato l’allarme alla polizia municipale, all’uomo è stata comminata una multa da 1.500 euro. E questo non perché prelevare l’acqua di mare sia vietato in senso assoluto, ma per la mancanza del relativo permesso.

Ci vorrebbe un permesso…
Come recita l’articolo 51 del Codice di Navigazione: “Nell’ambito del demanio marittimo e del mare territoriale, l’estrazione e la raccolta di arena, alghe, ghiaia o altri materiali è sottoposta alla concessione del capo del compartimento”. Che, appunto, in questo caso era all’oscuro di tutto.