finalmente è arrivato il sole e con lui la voglia di concedersi i primi bagni di mare e soprattutto di sole. Ma anche l’abbronzatura ha le sue regole, che iniziano a tavola. Già, perché esistono degli alimenti, soprattutto frutta e verdura, che possono facilitare la conquista di un bel colorito dorato. A stilare la speciale classifica è Coldiretti, che sulla base dei dati Isac Cnr, ha organizzato in tutta Italia i #tintarelladay con la possibilità di scoprire la dieta che abbronza nei principali mercati di Campagna Amica.

Anche la tintarella vuole i suoi tempi
Con l’iniziativa, ricorda l’Ansa, si raccomanda di esporsi gradualmente al sole e si sottolinea che l’alimentazione aiuta a “catturare” i raggi del sole ed è in grado di difendere l’organismo dalle elevate temperature e dalle scottature. Coldiretti suggerisce nello specifico che la dieta adeguata per una abbronzatura sana e naturale si fonda sul consumo di cibi ricchi di vitamina A, che favoriscono la produzione della melanina, la sostanza che che protegge dalle scottature e dona il classico colore scuro alla pelle.

La hit dei cibi abbronzanti
Sul podio del “cibo che abbronza”, secondo la speciale classifica, primeggiano carote, radicchi e albicocche, ma ci sono anche insalate, cicoria, lattughe, meloni, peperoni, pomodori, fragole e ciliegie. Al vertice della classifica ci sono le carote, che contengono 1.200 microgrammi di Vitamina A o quantità equivalenti di caroteni per 100 grammi di parte edibile. In buona posizione gli spinaci, a pari merito con il radicchio, al terzo le albicocche seguite da cicoria, lattuga, melone giallo e sedano, peperoni, pomodori, pesche gialle, cocomeri, fragole e ciliegie che presentano contenuti elevati di vitamina A o caroteni.

Il ruolo dell’acqua
D’estate e quando le temperature si alzano è fondamentale mantenersi idratati, assumendo più acqua di quella che si consuma normalmente. Inoltre l’acqua è una preziosa alleata della tintarella: una pelle ben idratata anche dall’interno, infatti, non solo conquista un bel tono dorato più in fretta, ma riesce a mantenerlo per più tempo.