No, non è una ricetta da “Cucine da Incubo”: il tè all’aglio è una preparazione che vanta una solida base di estimatori. Certo, l’idea di sentire il sapore e l’odore dell’aglio appena svegli potrebbe far vacillare anche il più ardito degli assaggiatori, ma i vantaggi dell’infuso sono davvero tanti. Questa bevanda è associata a diversi benefici per la salute, in particolare per le sue proprietà antiossidanti e potenzialmente antibatteriche. L’aglio è ricco di composti bioattivi come l’allicina, ma non solo. 

I benefici dell’aglio 

Utilizzatissimo in cucina, l’aglio è noto per le sue proprietà immunostimolanti, che potrebbero aiutare a rafforzare il sistema immunitario e a prevenire alcune malattie. I suoi spicchi sono ricchi di antiossidanti che possono contribuire a neutralizzare i radicali liberi nel corpo, riducendo così lo stress ossidativo. Ancora, nell’aglio è presente l’allicina,che è stata associata a proprietà antibatteriche. Infine, alcuni studi suggeriscono che l’aglio potrebbe contribuire a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Insomma, una vera e propria “medicina” naturale.

Come si prepara il tè all’aglio

Preparare una bevanda a base di acqua e aglio è semplicissimo. Servono solo 4 spicchi d’aglio fresco sbucciati e tritati e una tazza di acqua bollente, meglio se precedentemente trattata con un purificatore a osmosi inversa di IWM così da eliminare ogni possibile contaminante. Poi si immerge l’aglio nell’acqua e si lascia in infusione per circa 5-10 minuti. Si filtra il liquido per eliminare i residui di aglio e… si può bere, meglio ancora se ben caldo. Se il sapore risultasse troppo pungente, si può correggere con un pizzico di miele, qualche foglia di menta o poche gocce di limone. Pronti alla prova? 

Vale comunque la pena ricordare che esistono integratori a base di aglio, che rappresentano un’ottima alternativa al tè fatto in casa. Comunque, prima di cambiare la propria dieta o inserire grandi qualità di un ingrediente (aglio compreso) è sempre meglio parlarne al medico curante.