Roma punta a diventare la capitale mondiale dell’acqua.
Il Governo italiano ha ufficialmente candidato Roma come sede per il World Water Forum 2027. Si conferma così l’impegno a livello nazionale nella gestione delle risorse idriche e nella promozione della blue economy.

Le sfide da affrontare
Le sfide da affrontare, oggi e domani, comprendono l’accesso all’acqua, la lotta allo spreco, il risparmio idrico e la prevenzione dei rischi. Ma anche l’equa distribuzione delle risorse, la gestione dei periodi di siccità e la cooperazione sui bacini idrici.

Un ruolo chiave per la città
Maria Spena, presidente del Comitato per Roma2027, ha svelato questa importante candidatura durante il II Italian Water Dialogue, un evento organizzato dal Festival della Diplomazia a Roma.
Il Comitato promotore italiano, oltre a coinvolgere istituzioni come l’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, ha anche ottenuto il sostegno delle principali realtà del settore. Partecipano al progetto anche ANBI, Utilitalia e la fondazione Earth and Water Agenda (Ewa). 

Il World Water Council e il World Water Forum
Il comitato tecnico-scientifico dell’evento raccoglierà esperti provenienti da vari settori. Sono stati invitati rappresentanti dai Ministeri degli Esteri, dell’Ambiente, dell’Agricoltura e delle Infrastrutture.
Il World Water Council e il World Water Forum svolgono un ruolo fondamentale nel promuovere il dibattito sull’acqua, coinvolgendo istituzioni, società civile, settore privato, università e autorità locali.
La presenza della Santa Sede a Roma e delle tre agenzie dell’ONU (FAO, IFAD e WFP) conferisce alla città un’importanza cruciale nel contesto delle relazioni internazionali.

Una risorsa vitale
“Roma Capitale è orgogliosa di partecipare al Festival della Diplomazia, in particolare sul tema ‘acqua’, sostenendo con forza la candidatura della Capitale ad accogliere il World water forum nel 2027. Su questa risorsa importantissima Roma Capitale investe, agisce e promuove politiche per superare criticità e per un suo uso razionale”. Lo ha dichiarato Ornella Segnalini, assessore ai Lavori pubblici e Infrastrutture di Roma Capitale.

Cooperazione internazionale
La cooperazione internazionale italiana guidata dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), si concentra sul legame tra cibo, acqua ed energia. Si tratta di settori strettamente interconnessi per la sicurezza alimentare e lo sviluppo sostenibile.
La candidatura di Roma quale Capitale mondiale per il World Water Forum 2027, riferisce Adnkronos, è un importante passo verso la promozione di politiche sostenibili sull’acqua a livello internazionale.
E’ inoltre l’affermazione del ruolo centrale di Roma come hub delle relazioni internazionali.