Si chiama pool running l’ultima novità dell’allenamento in piscina. E, tradotta in parola semplici, significa correre in acqua. Le buone notizia sono che si può affrontare a qualsiasi età, che non occorre necessariamente saper nuotare – l’acqua può anche arrivare alla vita – e soprattutto fa benissimo. Tonifica  muscoli del corpo e il sistema cardiocircolatorio e, allo stesso tempo, rilassa e ricarica di energie positive, allontanando lo stress.

In forma per l’estate
Come ha dichiarato a Vanity Fair il  dottor Massimo Spattini, medico specialista in medicina dello sport, “L’allenamento in acqua influenza in modo positivo il sistema cardiorespiratorio, la composizione corporea e la forza muscolare. Per praticarla non è necessario essere già dei runner. Anche chi non ha mai praticato la corsa può iniziare a farla”. Naturalmente, per approcciarsi a questa disciplina è necessario farsi seguire da istruttori professionali. Il medico consiglia infatti di “Evitare il fai da te e allenarsi sempre sotto la guida di trainer esperti”. Conclude il dottor Spattini: “Questo tipo di allenamento è ideale per chi parte da zero. L’allenamento in acqua riduce il peso a carico delle articolazioni e diminuisce il rischio di infortuni più frequenti in chi è alle prime armi”. Pronti a correre in piscina?