E’uno dei capisaldi della gastronomia romagnola e anche della tradizione italiana. Nata per sposarsi con lo squacquerone, è ottima con gli affettati, tutti i formaggi e naturalmente anche in versione vegetariana ripiena con le verdure. Ecco una versione light della celebre piadina, in cui lo strutto della ricetta originaria viene sostituito dall’olio evo.

Ingredienti per 6 piadine

  • 500 g di farina 00
  • 170 g di acqua non fredda
  • 80 g di olio extravergine di oliva
  • 15 g di sale
  • 1,5 cucchiaini di bicarbonato

Preparazione

  • Mettere in un contenitore farina, sale, olio e bicarbonato
  • Mentre si mescola, aggiungere l’acqua in 3 fasi e continuare a girare
  • Mettere il composto su un piano di lavoro e a impastare fino a ottenere un composto liscio e omogeneo
  • Fare una “palla” con l’impasto, avvolgerla nella pellicola e lasciarla riposare per mezz’ora
  • Riprendere l’impasto e suddividerlo in sei pezzettini uguali. Con ogni pezzo fare una pallina di pasta; avvolgerle nella pellicola e lasciarle riposare per altri 30 minuti
  • Mettere una pallina di impasto sul piano di lavoro e stenderla con il mattarello finché avrà lo spessore di circa 3 mm
  • Fare lo stesso con tutte le palline
  • Dare una forma circolare a ogni piadina, utilizzando un coppapasta di 22 cm di diametro
  • Sulla piastra già calda cuocere le piadine per circa 2 minuti per lato, fino a quando saranno dorate
  • Farcire ancora calde e buon appetito!