L’acqua è sempre preziosa per la bellezza, in ogni forma. Sappiamo che è fondamentale berla, per garantire la giusta idratazione all’epidermide già dall’interno ed ritardando il più possibile la comparsa di segni e rughe. Ma è utilissima anche in versione vapore, un rimedio utilizzato fin dall’antichità come rituale per purificare la pelle del viso. Si tratta di un trattamento efficace, naturale e facile da realizzare anche casa.

Trattamento fai da te
Come prima cosa è importante pulire bene la pelle del viso, eliminando ogni traccia di trucco. Intanto, in una pentola versare un litro e mezzo litro d’acqua e portarla a bollore. Quando fuma, travasarla in una bacinella di plastica e aggiungervi qualche goccia di olio essenziale, come limone o lavanda. Se non si hanno olii a disposizione, si possono utilizzare anche delle foglie di tè verde o ancora un cucchiaio di bicarbonato. A questo punto, posizionarsi con il visto a una ventina di centimetri dall’acqua fumante: perché i vapori si concentrino sulla pelle, è opportuno coprire la testa con un asciugamano. Dopo 10 minuti di trattamento, detergere il viso con abbondante acqua e applicare una buona crema idratante.