La pelle in inverno ha bisogno di molte cure, addirittura più che in estate. Freddo, vento, repentini cambi di temperature possono seccare l’epidermide, provocando arrossamenti e screpolature. Si tratta di segnali che ci avvertono che la nostra pelle necessita di una maggiore idratazione. Un’adeguata assunzione di acqua è importante per tutti i processi del nostro corpo. L’acqua, tra le varie funzioni, serve a “trasportare” nutrienti e ossigeno alle cellule dell’organismo, rende elastiche le articolazioni e protegge organi e tessuti, pelle inclusa. Quindi, se avvertiamo qualcuno di questi segnali – pelle secca, labbra screpolate, occhi “asciutti” – dobbiamo bere: anche se in inverno lo stimolo delle sete si fa sentire di meno, dovrebbe comunque valere la regola di assumere i canonici otto bicchieri d’acqua, di più se facciamo attività sportiva o se abbiamo la febbre.

Idratazione anche dall’esterno
Nei mesi freddi è importante idratare la pelle anche dall’esterno, utilizzando delle creme capaci di contrastare irritazioni e desquamazione. In commercio esistono davvero tantissimi prodotti adatti a questo scopo, facili e veloci da applicare sul viso tutte le mattine. Vanno benissimo anche alcuni sieri e olii – come quello di argan – che proteggono l’epidermide dagli agenti esterni mantenendola morbida e compatta.