Storia a lieto fine quella che si conclude oggi a Palermo. Nello specchio d’acqua antistante la Baia del Corallo in via Plauto a Palermo, infatti, saranno liberate tre tartarughe della specie Caretta Caretta curate e riabilitate presso il Centro di referenza delle tartarughe marine dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia. Come riporta l’Ansa, una delle tre tartarughe, di nome ‘Biagio’, in onore del francescano laico Biagio Conte, verrà liberata da Filippo Bonura, papà di quattro bambine che è stato in cammino in pellegrinaggio, da Lourdes fino a Santiago, accanto a Fratel Biagio, “per portare un messaggio di speranza, esperienza che racconterà in questa occasione”.

Esperimento riuscito
Dopo il percorso di cura, è possibile reinserire in mare i tre esemplari di tartaruga marina. Il “ritorno a casa” di questi splendidi animali, sempre più minacciati dall’uomo e dall’inquinamento del mare, sarà seguito dai volontari dell’Asd You dive club Capo Gallo. Buon viaggio e buona vita a Biagio e C.