A Napoli, si sa, la squadra azzurra è seguitissima. Il calendario delle partite incide in modo notevole sulla vita della città e, come rende noto la società ABC Acqua Bene Comune, sul consumo d’acqua. Durante i fatidici 90 minuti, infatti, si verifica una specie di coprifuoco, durante il quale i consumi calano del 20%. Probabilmente nessuno si alza per andare a prendere un bicchier d’acqua mentre è in campo la squadra del cuore.

Gli ultimi esempi
È andata così, ad esempio, nel corso dell’ultimo match Napoli – Juventus. Come fanno notare i tecnici della società che gestisce la risorsa idrica, è come se dalla città partenopea se ne fossero andati all’improvviso 200 mila cittadini. Invece, erano tutti rapiti dalle gesta di Zieliński e Insigne. Insomma, il calcio (e la passione) fanno forse aumentare i battenti del cuore, ma di sicuro fanno calare la sete!