Basta con il nuoto, il diving, lo snorkelling. L’ultima novità per immergersi nel blu è il mermaiding, disciplina acquatica che riproduce il nuoto delle sirene, le sensuali figure mitologiche metà donna e metà pesce in grado di ammaliare i naviganti con il loro canto. Nel mermaiding si nuota avvolte da una leggera guaina che racchiude il corpo dai fianchi ai piedi, inseriti in una monopinna flessibile, e con movimenti fluidi del bacino e con le braccia, utilizzando entrambe le gambe come una pinna caudale, la “coda” delle sirene, appunto.  La propone a Castellammare del Golfo, in provincia di Trapani, Aquamarine Sea Passion Sicily, associazione sportiva che punta a promuovere il patrimonio turistico della Sicilia e del Mar Mediterraneo, proponendo attività legate al mare e al benessere psicofisico.

Una coda per sognare e allenarsi
Tra le tante attività – che includono escursioni in barca e crociere in caicco alla scoperta delle isole Egadi, della Riserva dello Zingaro e di Scopello – Aquamarine propone anche yoga by the sea, danza, subacquea e, novità assoluta in Sicilia, corsi di mermaiding per “aspiranti sirene” insieme a Sirenes Mermaid Lifestyle, la Mermaid School & Events fondata dalle maestre internazionali di yoga e queen mermaids Maya Devi e Kate Anika: è la prima associazione in Sicilia che si occupa di mermaiding ad ampio respiro, nonché l’unica scuola di mermaiding in Italia associata a Mermaid University USA, riconosciuta dalla FIAS, Federazione Italiana Attività Subacquee. Perché provare questa attività? Perché fa bene, innanzitutto. La pratica del mermaiding infatti tonifica e rassoda, rafforza i muscoli dorsali e lombosacrali, per una maggiore armonia fisica, emotiva e mentale. Il mermaiding alterna nuoto, apnea e risalite. Per cimentarsi basta avere un po’ di acquaticità e… tanta voglia di sognare!

Foto: www.facebook.com/sireneslifestyle