La vita sarebbe possibile anche sul pianeta rosso, Marte. Stando alle ultime scoperte degli scienziati, infatti, ci sarebbe ossigeno sufficiente per ospitare la vita nell’acqua salata che si trova nel sottosuolo di Marte. Le nuove rivelazioni, a opera del California Institute of Technology (Caltech) e pubblicate sulla rivista Nature Geoscience, indicano che l’ossigeno potrebbe sostenere la vita di microrganismi e animali più complessi, come le spugne.

Respirare sul Pianeta Rosso
In sintesi, si scopre che nell’acqua marziana ci sarebbero le condizioni per ospitare microrganismi con un metabolismo basato sull’ossigeno. E dunque non è più vera l’affermazione che siano impossibili forme di vita in grado di respirare ossigeno su Marte, dato che sul pianeta l’atmosfera è poverissima di questo gas.

Il miracolo dell’acqua
“I nostri calcoli indicano che in un serbatoio d’acqua salata di questo tipo ci potrebbero essere elevate concentrazioni di ossigeno disciolto” scrivono gli studiosi nell’articolo. Secondo la ricerca, inoltre, le concentrazioni di ossigeno sono particolarmente elevate nel sottosuolo delle regioni polari. “Non sappiamo se Marte abbia mai ospitato la vita”, rilevano i ricercatori del Caltech, ma “i nostri risultati” estendono la possibilità di cercarla, indicando che le forme di vita basate sull’ossigeno sul pianeta rosso potrebbero essere possibili. E noi da qui possiamo continuare a sognare di mondi lontani tutti da esplorare.
Spazio, ultima frontiera…