L’acqua è vita, si sa. E il mare è vita all’ennesima potenza, anche se a volte occorre uno sforzo per tutelarla e proteggerla. Scatta per questo l’ennesima operazione di Legambiente, Tartalove, che invita ad adottare una tartaruga marina, ovvero una viaggiatrice instancabile, pacifica e longeva, purtroppo seriamente minacciata dalle attività umane. Le tartarughe vivono in acqua per tutta la vita e, se sono femmine, con forte probabilità torneranno sulla riva dove circa 20 anni prima sono nate, solo per deporre le uova.

I pericoli del Mediterraneo
Come sottolinea Legambiente, ogni anno circa 40 mila esemplari muoiono nel Mediterraneo perché catturati accidentalmente dai pescatori, per traumi causati dal traffico nautico, intrappolati nei rifiuti, soffocati dalle fibre plastiche fluttuanti. I nidi sulle spiagge possono essere rovinati da bagnanti inconsapevoli, dai trattori in azione sulla spiaggia, dalle mareggiate o dai predatori. Per questo è necessario l’intervento di esperti e volontari, impegnati in attività quotidiane di recupero, cura e monitoraggio. Sul sito https://tartalove.legambienteanimalhelp.it/ è possibile approfondire la storia delle diverse tartarughe da adottare e scegliere l’importo della propria donazione, a partire da 20 euro.