Nel sud est asiatico lo consumano da sempre, con enormi benefici per la salute. Ora il Mankai, o lenticchia d’acqua, arriva anche in Occidente e viene presentato come l’ultimo, potente superfood. Ma cosa è il Monkai? E’ una pianta acquatica ad alto contenuto proteico, simile nell’aspetto a una lenticchia, capace di “controllare” la glicemia dopo il consumo di carboidrati, come ha scoperto un team di ricercatori dell’Università Ben-Gurion in Israele.  Gli scienziati hanno confrontato le differenze fra il consumo di frullati di Mankai rispetto a quelli preparati con yogurt: dopo due settimane, i partecipanti allo studio hanno mostrato che l’assunzione di carboidrati, proteine, lipidi e calorie era più o meno la stessa, ma chi aveva bevuto il Mankai rivelava un miglior controllo glicemico e dichiarava una maggiore sazietà. Ancora, la lenticchia d’acqua vanta un ricco contenuto di polifenoli, minerali (inclusi ferro e zinco), vitamina A, vitamina B e vitamina B12, tutti elementi preziosi per contrastare i processi di invecchiamento e mantenersi in salute.

Alta sostenibilità
Il Mankai, oltre a essere un superfood talmente proteico da poter sostituire la carne, è anche un alimento altamente sostenibile sotto il profilo ambientale. La sua produzione, infatti, richiede pochissima acqua, infinitamente meno rispetto a soia, cavolo o spinaci. Inoltre può essere coltivato tutto l’anno usando la tecnologia idroponica: che proprio dall’acqua arrivi la soluzione ai problemi di alimentazione sana e sostenibile?