E’una vera e propria sindrome, tanto che gli americani le hanno dato un nome: “autumn blues”, ovvero “malinconia da autunno”. Tradotto in soldoni, è quel malessere, apparentemente immotivato, che colpisce addirittura 4 italiani su 5 all’avvicinarsi dell’autunno. I sintomi di questo down stagionale sono stanchezza, ansia e soprattutto il veder tutto grigio. Insomma, una scocciatura che però – e qui arriva la buona notizia – si può contrastatre con diverse strategia da mettere sul piatto e nel bicchiere.

Il pieno di vitamine
Riportano il buon umore, rinforzano il sistema immunitario, proteggono la salute di ossa e muscoli: sono le vitamine, che in autunno andrebbero consumate di più. D’altronde, in questo periodo si possono trovare con facilità frutti di stagione ricchi proprio di questi alimenti. Ad esempio, tutti gli agrumi sono un concentrato di vitamina C, esattamente come i Kiwi. La melagrana è ricca di vitamine A e C, oltre che di sali minerali, ma in questo periodo possiamo privilegiare anche la zucca, l’uva, mele e pere, cavoli e broccoli, tutti “portatori” di vitamine e antiossidanti.

Attenzione anche all’idratazione
Anche in autunno, poi, oltre all’alimentazione bisogna curare l’idratazione. Gli esperti consigliano infatti di limitare l’assunzione di caffeina e teina, ma di aumentare invece la benda del buonumore: l’acqua.