Debutta in libreria oggi, 10 gennaio, la prima grapich novel di Tiziano Sclavi. Un appuntamento importante perché Sclavi è uno dei big del fumetto italiano, un autore di culto per milioni di lettori: non a caso è il “papà” di Dylan Dog. “Le voci dell’acqua“, questo il titolo dell’opera illustrata dal disegnatore Werther Dell’Edera, è pubblicata da Feltrinelli Comics. Per i fan di Sclavi, si tratta un autentico evento editoriale. In quest’opera tornano i sogni e gli incubi, le passioni e le ossessioni dei classici dell’autore, con un nuovo respiro narrativo.

Le anticipazioni
Per saperne un po’ di più su questa avventura, che ha come tema l’acqua, ci affidiamo alla quarta di copertina. Che recita: «Sotto una pioggia insistente, che sembra destinata a non placarsi mai, Stavros si muove per le strade di una città oscura e tenebrosa, tormentato da misteriose voci, forse segno della sua pazzia. O forse di una pazzia più vasta, collettiva, che contagia chiunque lo circondi, fino a trasmettersi all’intero universo. Una graphic novel drammatica e carica di umorismo nero, spettacolare e inquietante, scritta con potenza visionaria e impeto narrativo straordinari da un maestro assoluto del fumetto. E affidata a uno dei disegnatori italiani più importanti nel panorama dell’ultimo decennio. La prima graphic novel firmata da Tiziano Sclavi, il creatore di Dylan Dog. “Sento delle voci.” “Si chiama schizofrenia.” “No… le sento solo quando scorre l’acqua.” “Si chiama sempre schizofrenia”.»