Ci risiamo: la seconda ondata di coronavirus ha di nuovo fatto cadere su di noi una nube di preoccupazioni e ansie. Praticamente impossibile, anche per i più “forti”, non cedere allo stress. In questi momenti difficili, un prezioso aiuto – anche per il buonumore e non solo per la salute – ci arriva proprio dall’acqua. La corretta idratazione è infatti una preziosa alleata nel mantenimento del nostro equilibrio psico-fisico.Tra le ragioni di questo fenomeno, la capacità di ritrovare energia e positività semplicemente assumendo la giusta quantità di liquidi, spicca soprattutto la presenza di minerali disciolti nell’acqua. Questi aiutano infatti a conciliare il sonno e a combattere la fatica e lo stress accumulato nell’arco della giornata. Come è stato dimostrato da alcune ricerche a livello internazionale, il giusto apporto di sodio e magnesio contribuisce a rispondere in maniera efficace alla pressione giornaliera a cui siamo soggetti. Sodio e magnesio, in particolare, hanno un ruolo fondamentale nella regolazione dell’umore e nel tenere a bada gli stati ansiosi. Ancora, l’acqua aiuta a far funzionare al meglio i nostri processi digestivi, così da assicurarci un miglior riposo durante la notte. Insomma, bere – ma soprattutto bere bene – in questo periodo è più importante che mai.

Quale acqua?
Come per tutto ciò che riguarda l’alimentazione, oltre alla quantità conta moltissimo la qualità: ecco perché è essenziale scegliere un’acqua dalle particolari caratteristiche. Innanzitutto deve essere pura e libera da potenziali sostanze inquinanti e nocive, deve avere un pH ottimale e presentare la corretta quantità di sali minerali “buoni”: esattamente l’acqua che si ottiene a casa propria installando sotto il lavello della cucina un purificatore a osmosi inversa di IWM, che rimineralizza l’acqua ripulendola invece da ogni elemento indesiderato. Bevendo bene, insieme a una corretta alimentazione e a una moderata attività fisica, si avrà tutta la carica necessaria per superare i momenti difficili.