La disidratazione è piuttosto comune, soprattutto nei bambini, negli adolescenti e negli anziani. E le sue manifestazioni sono molte e diverse, a iniziare dalla perdita della concentrazione a una condizione di cattivo umore e stanchezza cronica. Non tutti sanno, però, che bere poco può anche scatenare veri e propri attacchi di fame, rendendo ancora più difficile la missione dieta.
“Il nostro organismo è così unico da riuscire a tradurre il messaggio ‘ho bisogno di acqua’ nella ricerca di questo elemento in qualsiasi modo o forma – dice Mary Grace Webb, esperta del Clinical Nutrition presso il New York Hospital -. E noi sappiamo che gli alimenti, alcuni in particolare, sono decisamente ricchi di acqua”.

Spesso è meglio bere che mangiare
Attenzione poi al fatto che spesso, di fronte a un lieve malessere o a un leggero mal di testa, tendiamo a pensare a cosa potremmo mangiare per stare meglio. “Nella maggioranza dei casi – dice ancora Webb – la cosa migliore non è mangiare, ma bere”.