Saranno i primi freddi, l’umidità che cala, metteteci pure l’effetto della mascherina: fatto sta che in questo periodo non è raro provare la sgradevole sensazione di avere la gola secca. Si tratta di un fenomeno stagionale assai comune,ma fastidioso, che può essere causato da diversi fattori: clima innanzitutto, ma anche dall’abitudine di respirare solo attraverso la bocca anziché dal naso. Possono scatenare questo disturbo anche la caffeina, l’alcool, una cattiva digestione oltre alle allergie e addirittura ad alcuni farmaci. Come fare quindi per alleviare la sensazione di secchezza, spesso accompagnata da prurito? Innanzitutto bevendo. Mantenere la gola idratata e lubrificata è il modo migliore per evitare che si irriti. Bisognerebbe, e la regola vale per tutto l’organismo, assumere una corretta quantità di liquidi tutti i giorni. L’indicazione generale è di circa 8-10 bicchieri d’acqua nell’arco delle 24 ore. E, a proposito di acqua, un ottimo antidoto alla gola secca è quello di effettuare dei gargarismi con un bicchiere d’acqua in cui è disciolto un cucchiaino di sale: il beneficio sarà immediato! Il sale, infatti, è un potente antibatterico e antinfiammatorio naturale.

Trattamenti home made
Per lenire il prurito, vanno venissimo anche le bevande calde, come il tè con il miele. Questa “ricetta” è inoltre efficace contro la tosse, che spesso accompagna la gola secca. Benissimo anche tisane infusi a base di zenzero o aceto di mele. Sì pure a qualche caramellina: succhiare pastiglie specifiche aumenta la produzione di saliva, che riduce la secchezza e protegge la gola. Infine, il fastidio può essere causato anche dal raffreddore: in questo caso, soffiarsi il naso o utilizzare uno spray nasale può aiutare a respirare meglio migliorando anche il benessere della gola.