“Sarà il Lago di Como ad allagare le scuole d’Italia. Raggiungeremo i fondali del Lago più profondo d’Italia, il quinto più profondo in Europa e saremo in diretta video ed audio proprio da lì. Il 22 marzo, in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, tutte le scuole d’Italia andranno sui fondali del Lago raccontato da Alessandro Manzoni. Quel giorno si festeggerà in tutto il mondo la giornata dell’Acqua, con convegni, eventi, seminari che riporteranno all’attenzione della gente l’importanza dell’acqua. Anche a Como dove grazie al lago l’acqua non manca mai, festeggeremo l’acqua allagando le scuole, cioè portando il lago nelle scuole! Tramite una nuova tecnologia, collegandosi alla Pagina FB Resilario le classi singolarmente tramite la LIM o riunite in aula magna potranno vedere in diretta e ascoltare il sub immerso nel Lago e parlare con lui tramite una chat”: lo ha annunciato Paola Iotti Presidente di Proteus/Lab, laboratorio che, su scala nazionale, da anni si occupa di divulgazione scientifica e di far conoscere ed amare il territorio italiano. Il 22 tutti i ragazzi delle scuole potranno partecipare ad una diretta mai realizzata e ad un’emozione mai vissuta: vedere, ascoltare e parlare da qualsiasi angolo dell’Italia con il sub specializzato che in quel preciso istante sarà sui fondali marini del Lago di Como.

Ragazzi sott’acqua
“È il lago più profondo d’Italia toccando i 418 metri di depressione massima fra le località di Argegno e Nesso e quinto in Europa con fondali che si trovano ad oltre 200 metri sotto il livello del mare. In Italia è inoltre quello con maggiore estensione perimetrale misurando 170 km, terzo come superficie con 145 km² e volume con 23,37 km³. Raggiunge una lunghezza massima di 45,7 km da Gera Lario a Como mentre la sua larghezza varia dai 650 metri tra Careno e e i di 4,4 km tra Cadenabbia e Fiumelatte. Decine e decine di scuole sono già pronte. Alcune stanno organizzando maxischermi nei loro rispettivi auditorium, altre invece parteciperanno dalle singole aule” ha aggiunto Filippo Camerlenghi, responsabile del progetto Resilario per Proteus/Lab. “Ma porteremo così il mondo sottomarino nelle scuole. Alla mente mi vengono i momenti di quando bambino vedevo i documentari di Folco Quilici. Oggi c’è un sogno che diventa per me realtà: portare nelle scuole, ai ragazzi, questa parte del Pianeta. Spesso riusciamo a guardare le stelle, il cielo, le montagne, ma quante persone possono scendere fino ai fondali dei laghi, vedere questo mondo sommerso ma che c’è, è vivo davvero. Il sub sarà in diretta esattamente dalla statua del Cristo degli abissi che si trova sui fiondali del Lago tanto descritto in superficie da Alessandro Manzoni. L’immersione sarà preceduta da una introduzione in cui si scoprirà come sia possibile respirare e parlare contemporaneamente sotto il lago ma soprattutto verrà fatto un inquadramento del lago di Como dal punto di vista geologico, ecologico e delle sue criticità. Verrà presentato il progetto Resilario all’interno del quale si colloca l’iniziativa. La mattina del 22 marzo saremo in diretta dalle ore 9 su Facebook con tutti coloro che accederanno alla pagina Resilario. Abbiamo per l’occasione l’amplificazione necessaria, abbiamo abilitato messanger e dunque tutti gli studenti potranno inviare messaggi al sub che sarà in diretta video ed audio dai fondali sottomarini. Il sub risponderà in diretta ai messaggi…  Sarà una prima assoluta in diretta dai fondali del Lago di Como”.