C igni che si lasciano trasportare dalla corrente, un tuffatore, un nuotatore, due ragazzi in canoa. Sembra la descrizione di una scenetta che si può ammirare su tanti laghi e fiumi in Italia e all’estero, ma in realtà si tratta di un’opera d’arte. A renderla unica è il fatto di poterla ammirare e capire solo grazie all’acqua in cui si specchia. Si tratta di Floating World, murales dipinto “a testa in giù” dall’artista Ray Bartkus sulla parete di una casa che si affaccia sul fiume Sesupé, vicino alla cittadina di Marijampole, in Lituania.
In pratica, sul muro l’opera è stata dipinta “al contrario” e solo guardandola riflessa sull’acqua la si può apprezzare appieno. Come racconta Bartkus, l’idea di dipingere così non gli era mai venuta prima, ma gli è stata suggerita dallo stesso muro, quando l’ha visto.

Dall’acqua alla luce
L’artista è anche ideatore dell’evento annuale MaLonNy (Marijampole, London, New York, che quest’anno si tiene nella cittadina lituana fino al 3 luglio) e autore di installazioni luminose, tra cui “100”, realizzata nel 2018 per festeggiare il centenario del Paese “accendendo” 100 alberi nell’Harmony Park.

Foto: http://raybartkus.com/