Oggi nel mondo oltre 1 persona su 4 non ha accesso a fonti d’acqua sicure mentre più di 1 su 3 sopravvive senza servizi igienico sanitari di base. Si tratta di un’autentica emergenza che, ogni anno, provoca la morte di oltre 840 mila persone costrette a bere e lavarsi con acqua sporca o contaminata. Ancora più terribili i dati sui bambini: 1.000 vittime sotto i cinque anni al giorno. Sono alcuni dati diffusi da Oxfam, un movimento globale di persone che vogliono eliminare l’ingiustizia della povertà, e che opera anche nel nostro paese come Oxfam Italia onlus.

La campagna
Dal 4 e fino al 24 marzo tutti possiamo fare qualcosa di concreto per aiutare le popolazioni che non possono disporre di acqua. Con la Campagna “Dona ora, salva una vita” Oxfam vuole portare acqua sicura in Siria, da sette anni attraversata da un conflitto sanguinoso; Sudan, dove donne e bambini scappano dalla guerra e dalla siccità; Sri Lanka, dove le comunità rurali più remote sono prive di servizi idrici; e in Giordania, Territori Palestinesi Occupati, Yemen e Iraq, dove le donne hanno enormi difficoltà nell’accedere ai servizi. Particolare attenzione sarà data alle donne delle comunità più vulnerabili, a cui spetta la cura dei bambini e la preparazione dei pasti, prime dunque a soffrire della mancanza di una risorsa così preziosa.
Le risorse raccolte con la Campagna di Raccolta Fondi 2019 “Dona acqua, salva una vita” saranno impegnate per raggiungere oltre 160 mila persone in emergenza, con progetti volti a garantire acqua potabile e servizi igienici nelle comunità più vulnerabili in Siria, in Sudan e in Sri Lanka, promuovendo il pieno godimento di questi diritti in un’ottica di lotta alla disuguaglianza di genere e di accesso ai servizi in Medio Oriente (Giordania, Territori Palestinesi Occupati, Yemen, Iraq). Si può donare 2€ con un sms, 5€ e 10€ con una telefonata al numero 45580.