L’acqua contiene calcio, fluoro e aumenta il PH della saliva. Grazie a tutto questo, ha l’effetto di rinforzare e proteggere i denti, a differenza di altre bevande che possono macchiarli o addirittura eroderli, perché acide. Bevendone un litro e mezzo al giorno, ha dichiarato all’Ansa Roberto Solimene, dell’Università degli Studi di Milano, nonché membro dell’Osservatorio Sanpellegrino e presidente della Federazione Mondiale del Termalismo, “è possibile assumere oltre il 30% del fabbisogno giornaliero di calcio”.

Fluoro sotto controllo
Attenzione però ad evitare l’eccesso di fluoro, che potrebbe dar luogo a fluorosi, con accumulo di questo sale nei denti e nello scheletro. “Questo il motivo per cui si consiglia di bere acque che ne contengono più di 1,5 mg/l solo per periodi brevi e non continuativamente”. Inoltre, bere la giusta quantità di acqua, cioè circa 8 bicchieri al giorno, aiuta a mantenere la pulizia della bocca. “L’acqua – dice ancora Solimene – contribuisce a rimuovere i residui di cibo e l’acidità rilasciata dagli alimenti, a ridurre l’alitosi e la secchezza delle fauci, causata da una scarsa pulizia e dall’accumulo dei batteri”.