Una corretta idratazione è importante anche per la colonna vertebrale, per conservarla sana e flessibile a tutte le età. Per capire il ruolo dell’acqua a proposito della salute della nostra spina dorsale bisogna ricordare che i dischi, gli “ammortizzatori” che permettono di piegarsi avanti e indietro, hanno una parte centrale composta prevalentemente di acqua, attorno alla quale si trova un anello duro, costituito da una sostanza gelatinosa. Ogni piccolo salto, ogni piegamento e anche singolo passo hanno una ripercussione sulla schiena, con la compressione dei dischi da parte delle vertebre. Una “strizzatina” dopo l’altra, i dischi perdono acqua, che deve essere opportunamente ripristinata per evitare il rischio di lesioni spinali, a iniziare proprio dalla compressione dei dischi.

Bere, bere, bere
Il quanto bere è un tema dibattuto da anni, con molti distinguo e sfumature rispetto ovviamente alla temperatura e al tipo di attività fisica svolta, ma anche all’età, al sesso e al peso corporeo. Per quanto riguarda la colonna vertebrale, bisogna ricordare che l’organismo destina le riserve idriche innanzitutto agli organi vitali. Ai dischi arriva l’acqua necessaria per funzionare correttamente solo quando tutte queste necessità sono state soddisfatte. Insomma, per conservare la colonna in buona salute bisogna bere in modo abbondante e costante, in modo da non mettere l’organismo nella necessità di risparmiare su questa preziosa risorsa.