Ormai lo sappiamo: è importante bere in modo costante, senza aspettare di avere sete. Questa sensazione, infatti, si presenta quando l’organismo è già disidratato e ha già perso parte della sua efficienza, a iniziare dalla capacità di concentrazione e attenzione. Essenziale per la sopravvivenza – costituisce il 60% del nostro organismo – l’acqua purifica il sistema linfatico, che ha un ruolo essenziale nella formazione delle difese immunitarie, e contribuisce alla bellezza. L’acqua infatti stimola le cellule che si trovano tra le fibre di elastina e di collagene rallentando la formazione delle rughe. A livello più profondo, conservare costante il livello di idratazione riduce il rischio di sviluppare malattie cardiache perché alcuni minerali presenti nell’acqua possono svolgere funzioni di supporto al cuore. Tra le abitudini meno frequenti, ma più salutari, c’è quella di bere prima di andare a dormire.

Un toccasana per metabolismo e digestione
Idratarsi con acqua a temperatura ambiente o con una tisana prima di coricarsi stimola il metabolismo e la digestione, aiuta a recuperare i liquidi persi e ad eliminare le tossine accumulate durante il giorno. Inoltre, bere poco prima di addormentarsi tiene lontani i crampi ed è un toccasana per i reni, che lavorano meglio a riposo e quando non sono già sovraccaricati dai processi digestivi.