I bambini sono delle autentiche “spugne”, apprendono subito e naturalmente fanno loro i comportamenti che vedono a casa, all’asilo, a scuola, dai nonni. Fin da piccolissimi, quindi, i bimbi possono imparare – oltre le buone maniere – anche un pizzico di responsabilità ambientale. E il modo più immediato per insegnare loro a non sprecare risorse preziose è partendo dall’acqua, con piccoli gesti quotidiani.

Gli step da seguire con i cuccioli
Sono poche e semplici le regole che noi adulti per primi dovremmo applicare per risparmiare acqua. Innanzitutto, dobbiamo far vedere ai bambini che il rubinetto va chiuso quando ci si lava i denti. E si riapre solo quando serve sciacquare lo spazzolino: spiegando ai bambini quanto sia importante l’acqua, loro capiranno.
Stesso discorso per la doccia al posto del bagno: non appena i piccoli di casa saranno più grandicelli, potranno comprendere che con una doccia ci si lava benissimo e si consumano un’infinità di litri d’acqua in meno.
Per far apprezzare ai bimbi il potere dell’acqua, un’idea carina è coltivare con loro qualche piantina, magari partendo dal seme: impareranno ad innaffiarla e, non appena nascerà il germoglio, comprenderanno che l’acqua fa davvero delle magie.