Esiste una diretta correlazione fra il bere acqua e il buonumore: la disidratazione, anche se leggera, può avere pesanti effetti sullo stato d’animo. Questa teoria è stata provata da uno studio americano condotto dalla University of Hume Performance Laboratory del Connecticut , che ha esaminato lo stato di disidratazione di 50 adulti, uomini e donne, di età media di 23 anni. Gli studiosi hanno poi “misurato” lo stato di disidratazione dei volontari dopo aver svolto esercizio fisico in palestra e aver assunto dei diuretici.  Oltre al livello di disidratazione sono stati anche osservati i livelli di concentrazione e memoria sia in condizioni di esercizio fisico sia in condizioni di riposo. Al termine dei test, che sono durati circa un mese, gli studiosi hanno evidenziato che anche solo una lieve disidratazione poteva provocare diversi problemi ai volontari: le donne in particolare hanno accusato mal di testa, stanchezza e difficoltà di concentrazione. Negli uomini la carenza di liquidi causava sbalzi d’umore e difficoltà di memoria.

Bere acqua favorisce il buonumore
Lo studio rappresenta una conferma di quanto bere acqua faccia bene all’intero organismo. Si tratta di sorsi di salute, di bellezza e, scopriamo, anche di felicità.