Arriva dalla Corea la passione per l’acqua frizzante, non solo a tavola ma anche per la beauty routine delle signore dalla pelle candida. In Oriente, infatti, spopola la moda di detergere il viso con l’acqua con le bollicine, sia essa in bottiglia o sia prodotta con gli appositi sistemi domestici. L’importante è che sia effervescente.

Quali i vantaggi?
Secondo i fan di questo sistema di detersione, l’acqua frizzante – a differenza di quella liscia – avrebbe un leggero effetto esfoliante, capace quindi di liberare i pori dalle impurità. Inoltre, l’acqua con le bollicine ossigenerebbe meglio l’epidermide, regalandole un aspetto più fresco e levigato. Ancora, l’effervescenza avrebbe un effetto simile a un piccolo idromassaggio sulla cute del viso, migliorando la microcircolazione e quindi l’apporto di ossigeno anche agli strati superiori della pelle.

Come si utilizza?
L’acqua frizzante può essere vaporizzata direttamente sul viso, dopo averlo deterso con il detergente, con un apposito spruzzino. In alternativa, si può utilizzare come un tonico: basta versare un po’ acqua con le bollicine su un batuffolo di cotone e passarlo sul volto. Magari si riuscirà ad avere una pelle di porcellana come le coreane.