Gli italiani sono divisi in due fazioni, un po’ come i tifosi durante un derby di calcio: ci sono quelli che sostengono che l’acqua calda abbia poteri eccezionali e dall’altra quelli che esaltano le proprietà dell’acqua fredda. Ma chi ha ragione? Come spesso accade, la verità sta nel mezzo: entrambe le scelte hanno risvolti positivi per il benessere. A prescindere dalla temperatura, la questione più importante è solo una: bisogna bere, e bere bene. L’acqua è davvero la chiave per uno stile di vita sano. Rimanere idrati è fondamentale per la salute, soprattutto d’estate, fornendo al nostro organismo tutti i liquidi di cui ha bisogno per funzionare al meglio. E la bevanda per eccellenza è l’acqua, che può essere della migliore qualità e dall’assoluta purezza installando un purificatore a osmosi inversa di IWM a casa propria. Ma anche la temperatura dell’acqua che si assume è importante: ecco quali sono le situazioni in cui è meglio bere acqua calda o acqua fredda, massimizzandone i benefici.

I pro dell’acqua calda
Sono diversi gli studi che sostengono che l’acqua calda abbia un effetto positivo sul metabolismo. Sia chiaro, quando si parla di acqua calda non si intende acqua bollente, ma appena tiepida. Ecco alcuni vantaggi specifici del bere acqua calda: aiuta la digestione; serve a decongestionare le mucose in caso di raffreddore; migliora il metabolismo e di conseguenza può coadiuvare nelle diete finalizzate alla perdita di peso; favorisce la circolazione sanguigna che a sua volta fa rilassare il sistema muscolare.

I pro dell’acqua fredda
Poche cose sono piacevoli come gustarsi un bicchiere d’acqua fresca quando fa caldo. Benissimo, ma bisogna ricordare che i benefici dell’acqua fredda si verificano solo se questa è consumata nei momenti giusti. Ecco alcuni vantaggi del bere acqua fredda (mai sotto i 16 gradi, però): dopo l’attività sportiva, si dovrebbe preferire l’acqua fresca perché abbassa la temperatura corporea; lo stesso discorso vale nelle giornate calde, e in più una corretta idratazione serve a evitare le scottature solari.

Quando preferire l’una o l’altra
L’acqua calda procura i massimi benefici se consumata al mattino a stomaco vuoto. Anche dopo i pasti principali, un bicchiere di acqua tiepida è un alleato della corretta digestione. Al contrario, bisognerebbe evitare di assumere acqua calda dopo aver svolto attività fisica od occupazioni fisicamente faticose che alzano la temperatura corporea: in questi casi, è consigliata l’acqua fresca.