Delicatamente profumata, dai mille utilizzi, l’acqua di rose è uno dei classici rimedi della nonna. Un rimedio sempre attuale, però, perché l’acqua di rose ha tantissime virtù beauty. Qualche esempio? Poiché ha proprietà astringenti e al contempo lenitive, questo composto è un prezioso alleato nel contrastare acne o pelle grassa: basta utilizzarla la sera come tonico. Ancora, l’acqua di rose contiene vitamine A, B, C ed E: è quindi un potente antiossidante tutto naturale, ideale per combattere le odiose rughe e i segni del tempo. E, sempre a proposito di segni, se fredda di frigo un’applicazione di acqua di rose riduce sensibilmente occhiaie e borse sotto gli occhi. Non basta? Sappiate allora che l’acqua di rose aiuta a rendere i capelli più belli, semplicemente con un’applicazione di 20 minuti prima dello shampoo, ed è un ottimo coadiuvante nelle infiammazioni alle gengive se utilizzata come colluttorio.

Come prepararla a casa
Preparare l’acqua di rose a casa è facile: servono una bottiglia di vetro ben sterilizzata, 1/2 litro di acqua distillata e 1/2 chilo di petali di rose rosse o rosa. Poi, si mette l’acqua con i petali di rosa sul fuoco e si porta a ebollizione. Si copre la pentola per non far uscire il vapore e si lascia sulla fiamma bassa per altri 15 minuti. Lasciar raffreddare sempre col coperchio e, se si vuole, aggiungere qualche goccia di olio essenziale di rosa. Quando il liquido si raffredda, si filtra e si travasa nella bottiglia: l’acqua di rose va conservata in frigorifero per un massimo di tre mesi.