No a fritti e dolci, sì a un po’ di movimento e soprattutto sì all’acqua. Ecco, in poche parole, la “formula” di Nicola Sorrentino, specialista in idrologia e dietologia e autore del libro “Acqua da mangiare”. L’obiettivo è quello di perdere peso nell’arco di 30 giorni, in modo progressivo e senza troppe rinunce, anzi con tutti i piaceri della dieta mediterranea. La prima accortezza raccomandata dal famoso nutrizionista è quella di bere acqua leggermente fredda.

L’acqua perfetta per la forma
La temperatura ideale è sui 10/12°, perché proprio la differenza di temperatura fra l’acqua e il nostro corpo fa sì che si attivi la termogenesi, un meccanismo che fa consumare calorie, proprio come durante lo sforzo fisico. E, per massimizzare questo effetto, bisogna assumere l’acqua a digiuno e preferibilmente prima dei pasti. Il programma raccomanda un po’ di attività fisica tutti i giorni (anche questa contribuisce a risvegliare il metabolismo) due spuntini, tendenzialmente a base di frutta secca, e 8 bicchieri d’acqua: 2 al mattino a digiuno, 2 prima dei pasti, più uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio. Seguendo queste semplici regole, non sarà necessario rinunciare alla pasta, purché condita in modo semplice. E via libera anche a legumi, carne, pesce e verdure in quantità. In questo modo, perdere peso sarà facile come… bere un bicchier d’acqua!